Tuesday, April 28, 2009

My first pair of socks!!!



I'm knitting my first pair of socks!!! I chose Gumperina Jaywalker in Natalia toe up version.



I used Judy's magic cast on method. I thought of knitting two in once with the magic loop, but since it's my first attempt in sock knitting, I decided it was better to knit them one by one. This first one is a little bit holey in the heel, but I hope it gets better after washing...

The yarn comes from Germany, from Pzycho, my partner for the Knitter's Treasure Swap.

Knitter's Treasure Swap

Wednesday, April 15, 2009

New FOs

All at once, my finished objects of the last weeks...
My first semi-long sleeved cardi: garter yoke cardi from Knit.1.
I added a couple of dec/inc in waist shaping and crocheted seams, à la EZ.


Then a little NOT silk but cotton shrug, from the book Lace Style, that I borrowed from croccantegentile. there are a lot of inspirational patterns and this is the first one I chose: easy and fast. I made one pattern repeat less than in the original, you know, I'm very petite sized... My first 2009 summer project!


Then I completed my Ishbel: it was a train knitting project, but I don't take trains so often, so it took a while to complete... I made the small version with a lace yarn. It'll be my spring must with my old denim jacket...


And now that it safely arrived to my sister in Japan, I can show my second Aimée, knitted in the around to avoind sewing... I added EZ'z crochet seams. It's supersoft and airy, knitted with three strands together.

By the way... after years... I had my hair cut by a real hair stylist, not a friend of mine!





Tuesday, April 7, 2009

Good news

A 98 years woman was found 30 hours after the earthquake. She spent the time crocheting.

Una donna di 98 anni è stata ritrovata sotto le macerie 30 ore dopo il terremoto. Ha trascorso il tempo lavorando all'uncinetto.

Friday, April 3, 2009

One day in Milan

Ormai sono anni (dodici, per la precisione), che non vivo a Milano, ma ci torno sempre con piacere. Stavolta si è trattato di un mordi-e-fuggi professionale, ma anche ludico. Ho fatto da interprete a una persona speciale, l'unico uomo giapponese con cui abbia mai lavorato che mi abbia aperto la portiera del taxi o accompagnato la sedia a tavola. Etsuro Sotoo è uno scultore giapponese, impegnato da ormai trentun anni nella costruzione della Sagrada Familia, a Barcellona. Ha parlato di fronte a un piccolo pubblico di studenti e ha raccontato della sua esperienza e del suo rapporto con Gaudì, di cosa significa per lui scolpire e di quel che si cela dietro le sue opere, della ricerca di se stessi e dell'incontro con dio (che per me ha la lettera minuscola).
L'interprete è un mezzo, un organo in cui entra la lingua A ed esce la lingua B. L'atto è meccanico e raramente le parole vanno oltre la memoria a breve termine. Ma a volte è diverso: qualcosa ti colpisce e ti rimane impresso. Questo è il bello di questo lavoro: non sai mai con chi lavorerai. Un giorno traduci brochure di pneumatici da neve per mezzi pesanti, l'altro bugiardini di creme anticellulite e poi capita di incontrare dei geni.

E poi ho finalmente incontrato lei. elisazz. Ci conosciamo ormai da mesi, ci siamo scritte email, scambiate sms e parlate al telefono. Ma solo ieri ci siamo viste. Carina e dolce come pensavo, ma con delle mani inaspettatamente piccole, tanto che continuavo a osservargliele al bar, pensando che probabilmente le mie lo erano forse di più. Trovare il piccolo negli altri, anche in un dettaglio, mi dà serenità.
E ovviamente siamo andate a comprar lana (lei cotone, in verità). E abbiamo sbirciato abiti per bimbi, ma senza far danni. E ci siamo fermate un attimo in un sotteraneo in zona Loreto, a fare due chiacchiere e a prendere due cappellini misura mela (anurca?) e babbuccette formato mignolo.

E infine un sushi al volo, in ritardo. Che disonore una figlia che fa aspettare un padre giapponese per 25 minuti! Ma ho corso e sono arrivata trafelata e sudata. Ed è andata bene, perché avessi avuto prole al seguito, mi avrebbe attesa molto, ma molto di più!